Tunisia

       
Tunisi

Posti d'interesse

Suggerisci un nuovo posto d'interesse  

Città principali

Regioni

Kef
Kef

Recensioni degli utenti (1)

| Giudizio medio: 5.0 Scrivi una recensione

"piccola e bellissima Tunisia"



Voto: 5 - Eccellente Recensione del 15 Gennaio 2013
Uno "spicchio" bellissimo dell'immenso Sahara tunisino... dune di sabbia, ma anche piste e montagne non toccate dal turismo di massa. A chi la sa conoscere, la Tunisia offre infiniti scorci originali... a me ha cambiato la vita.

è uno Stato del Nordafrica bagnato dal mar Mediterraneo e confinante con l'Algeria ad ovest e la Libia a sud e a est. Si ritiene che il suo nome, Tūnus, abbia origine dalla lingua berbera, con il significato di promontorio, o, più probabilmente, "luogo in cui passare la notte" (si può osservare la corrispondenza con un altro toponimo nordafricano dell'antichità, Tuniza, odierna El Kala, Algeria).

Capitale TUNISI
Moneta dinaro tunisino (TND)
Prefisso internazionale 00216
Lingue parlate arabo, francese
Passaporto

E’ necessario il passaporto con validità residua di almeno tre mesi, se il soggiorno è inferiore a 90 gg. Se si resta nel Paese oltre i 90 giorni consentiti, è necessario chiedere, tramite il Posto di Polizia territorialmente competente, un permesso di soggiorno, motivandone le ragioni. Per i casi che presentano una validità residua del passaporto inferiore ai 90 gg., si consiglia di rivolgersi preventivamente presso l’Ambasciata o i Consolati tunisini presenti in Italia o presso il proprio agente di viaggio. Nel solo caso di viaggio organizzato da “tour operators” (esibendo “voucher” attestante l’avvenuto pagamento del soggiorno presso l’agenzia turistica italiana e il biglietto di ritorno la cui data corrisponda a quella del termine del soggiorno in Tunisia), l’ingresso nel Paese è consentito con la carta d’identità valida per l’espatrio. La carta di identità deve ovviamente essere in corso di validità e riportare la foto e i dati personali del titolare. La fotocopia del documento NON può in nessun caso sostituire l’originale, nemmeno se si tratta di copia certificata conforme all’originale. Diversamente, il viaggiatore si espone al rischio di essere respinto alla frontiera. Si sconsiglia pertanto di tentare l’ingresso in Tunisia senza la documentazione richiesta.

Sanità

Gli ospedali pubblici, diffusamente presenti sul territorio nazionale, sono piuttosto affollati e sovente poco attrezzati per far fronte ad emergenze importanti, specie nelle aree extraurbane. Sicuramente più vicina agli standard occidentali è l’assistenza sanitaria garantita dalle cliniche private (“policlinici”), presenti soprattutto nella capitale e nelle principali città tunisine. Tale assistenza viene erogata dietro pagamento, a costi mediamente accessibili, e comunque convenzionata con le principali assicurazioni sanitarie internazionali. I numeri di emergenza e di pubblica utilità sono riportati nella sezione “indirizzi e numeri utili”. SUGGERIMENTI Si consiglia di: - seguire le normali cautele sanitarie per quanto riguarda l’alimentazione; - bere bibite senza aggiunta di ghiaccio. Si consiglia comunque, di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una polizza assicurativa internazionale che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio d’emergenza.

Clima

clima mediterraneo e ventilato sulle coste. L’inverno è mite e l’estate è molto calda con temperature che possono superare i 40°. Temperature più elevate si registrano nel sud del Paese con marcate escursioni termiche tra il giorno e la notte.

Viabilità

Patente: Italiana. Assicurazione Carta verde o stipula di un'assicurazione temporanea in frontiera. Assicurazione a breve termine: un visitatore sprovvisto di Carta Verde deve acquistare un'assicurazione a breve termine all'ingresso in Tunisia. È possibile acquistare l'assicurazione alle frontiere terrestri di Babouch (Algeria) e Has Jedir (Libia) e ai porti di Tunisi, Biserta, Sfax, Sousse e Gabès. Veicoli a noleggio e veicoli condotti da persone diverse dal proprietario Importazione: una vettura noleggiata o in prestito può essere importata senza documento doganale. L'importatore deve essere in possesso del documento di noleggio del veicolo o una autorizzazione autenticata. Utilizzazione del veicolo: un veicolo importato temporaneamente in Tunisia può essere guidato da qualsiasi visitatore a condizione che sia assicurato e che abbia una lettera di autorizzazione della dogana di entrata. Se il proprietario del veicolo importato temporaneamente in Tunisia lascia il paese senza il veicolo, egli deve avvisare la dogana e far sigillare il veicolo. Equipaggiamento obbligatorio Casco di protezione per motociclisti: obbligatorio. Cinture di sicurezza, seggiolino per bambini: l'uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio sui sedili anteriori dei veicoli. Si raccomanda di non trasportare bambini sui sedili anteriori del veicolo. Triangolo: obbligatorio. In caso di necessità, deve essere posto 30 metri dietro il veicolo e deve essere visibile a una distanza di 100 m. Tasso alcolemico nel sangue Limite consentito: un guidatore con un tasso alcolico nel sangue dello 0,05% è passibile di sanzioni (multa e ritiro della patente). Infrazioni stradali di una certa gravità (eccesso di velocità, sorpasso vietato) possono essere sanzionate con il ritiro della patente che viene riconsegnata alla fine dell’istruttoria, dietro pagamento dell’eventuale ammenda pecuniaria. Autostrade Sono presenti le seguenti autostrade: A1 Tunisi - Hammamet - Sousse - Sfax (270 km) A3 Tunisi - Medjez el Bab - Oued Zarga (66 km) A4 Tunisi - Biserta (56 km) Il pedaggio si paga in contanti. Si raccomanda estrema prudenza nella guida, soprattutto al di fuori dei perimetri urbani, data l’elevata incidentalità, anche mortale, rilevata sulle strade tunisine ogni anno. (vedasi al riguardo il Rapporto sulla sicurezza stradale nel mondo). Infrazioni stradali di una certa gravità (eccesso di velocità, sorpasso vietato) possono essere sanzionate con il ritiro della patente che viene riconsegnata alla fine dell’istruttoria, dietro pagamento dell’eventuale ammenda pecuniaria. In caso di incidente stradale grave, che causi la morte di un cittadino tunisino, è previsto inizialmente l’arresto “precauzionale” del guidatore (anche di nazionalità straniera), a cui fa seguito l’attivazione di un iter giudiziario finalizzato all’accertamento delle eventuali responsabilità. Ciò implica la possibilità che il guidatore sia detenuto per un periodo variabile da alcuni giorni sino a due mesi. In tale caso, il cittadino italiano posto in stato di arresto “precauzionale”, od il suo avvocato, dovranno avvertire immediatamente l’Ambasciata d’Italia a Tunisi. Nel caso di viaggi in zone desertiche, si raccomanda l’utilizzo di veicoli adeguati alla tipologia di strade (jeep 4X4) e di segnalare la propria presenza presso la più vicina caserma della Guardia Nazionale tunisina. Servizi di soccorso stradale sono ampiamente disponibili nelle aree urbane, molto meno nelle aree rurali ed extraurbane. I numeri di emergenza e di pubblica utlità sono riportati nella sezione “indirizzi e numeri utili”.

Condividi con i tuoi amici:

PRESS
Sei un giornalista, fotografo o videoreporter di viaggio ed hai del materiale per Tunisia?

Iscriviti e aggiungi Tunisia tra i posti in cui sei stato
Partnership
Album degli utenti per "Tunisia"
tunisialternativa.it
tunisialternativa.it
Pubblicato da Francesco Meriani Merlo
ESC

Oppure registrati per commentare il diario
Lingue: Italiano - English

Chi siamo - Condizioni - Crea una Scheda Business - Opportunità di lavoro - Centro assistenza - Legge sulla privacy -

Tripblend © 2012 - Tutti i diritti riservati - Tripblend è proprietà di Imagina Studio - P.Iva IT01083440329 - Per maggiori informazioni: Num. Verde 800.910492 oppure info@tripblend.com