Armenia

       
Museo di arte e storia

Posti d'interesse

Suggerisci un nuovo posto d'interesse  

Città principali

Regioni

Recensioni degli utenti (0)

| Giudizio medio: 0 Scrivi una recensione

è uno Stato eurasiatico indipendente del Caucaso meridionale, con capitale Yerevan. L'Armenia confina con la Turchia ad ovest, la Georgia a nord, l'Azerbaigian e la repubblica de facto del Nagorno Karabakh ad est, l'Iran e l'exclave azera del Nakhchivan a sud; è quindi uno stato senza sbocco al mare.

Capitale JEREVAN
Moneta DRAM Armeno (AMD)
Prefisso internazionale 00374
Lingue parlate

la lingua ufficiale è l’armeno

Passaporto

Passaporto: necessario. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Formalità valutarie e doganali Il limite per l’esportazione di valuta è di 10.000 $USA. A partire dal marzo 2009 la tassa aeroportuale d’imbarco (del valore di 10.000 Dram) e’ inclusa nel prezzo del biglietto aereo. È opportuno viaggiare con dollari americani o con euro in banconote in quanto i travellers cheques ed alcune carte di credito sono accettati solo nei più importanti alberghi. Entrambe le valute possono essere cambiate in moneta locale nei numerosi uffici di cambio. I controlli migratori sono severi. Vi è un’apposita regolamentazione per l’importazione di gioielli e di valuta. In caso di acquisto di tappeti o di altri oggetti antichi (oltre i 50 anni), occorre farsi rilasciare la certificazione per l’esportazione corredata dalla foto dell’oggetto da esportare: il certificato in questione si richiede al venditore o al Dipartimento per la Protezione dei Beni Culturali (via Komitas 51, tel. 010 235086-230231). Tale certificazione deve essere presentata alle autorità doganali che la richiedono. Nel caso in cui si cerchi di esportare oggetti d’arte o antichi senza la certificazione in questione si rischia di incorrere nel reato di contrabbando, con conseguenze di natura penale.

Sanità

Le strutture sanitarie locali, pur se migliorate negli ultimi anni, permangono di mediocre livello qualitativo e quantitativo, soprattutto se confrontate con i livelli standard occidentali. In ogni caso, carente permane nel Paese l’assistenza sanitaria di tipo chirurgico di alto livello. Non si registrano malattie endemiche nel Paese. Tuttavia, si è recentemente riscontrata una recrudescenza di casi di tubercolosi e di epatite nelle forme più gravi. Le gastroenteriti sono molto frequenti tra i viaggiatori. I casi di AIDS, pur in crescita, rimangono quantitativamente ridotti (stimabili in poche migliaia). Nonostante la presenza di casi mortali e di contagio dell'influenza da virus A/H1N1 nel 2009, la situazione e’ ora sotto controllo, non registrandosi livelli di allarme sociale. Avvertenze e suggerimenti Si raccomanda di possedere una polizza assicurativa internazionale che copra anche le eventuali spese di rimpatrio aereo o trasferimento del malato in altro Paese. Alcuni medicinali in Armenia potrebbero essere non in vendita o comunque di difficile reperimento. Si consiglia, pertanto, a chi necessita abitualmente di specifici farmaci di dotarsi per il viaggio di una scorta dei medicinali necessari. Si consiglia di adottare misure preventive contro le malattie sessualmente trasmissibili in quanto non viene adeguatamente perseguita una politica di prevenzione. Si consiglia di non bere l’acqua potabile della rete idrica (anche se bevuta da persone del luogo) e di assumere quella minerale imbottigliata e di non aggiungere ghiaccio nelle bevande. Negli Stati Uniti è stata vietata l’importazione dell’acqua minerale Jermuk, largamente diffusa in Armenia. Vanno evitate le insalate e verdure crude nei ristoranti dal momento che potrebbero essere state lavate male. Nei supermercati conviene sempre controllare la data di scadenza dei prodotti. Specialmente nel periodo estivo si consiglia di lavarsi frequentemente le mani. Vaccinazioni consigliate, previo parere medico: l’antidifterica; l’antiepatite A e B; l’anti-rabbica (per i cacciatori, gli zoologi, i veterinari o le persone che staranno comunque a contatto con animali).

Telefonia

Le principali compagnie telefoniche sono BEELINE, di proprieta’ dell’omonimo operatore russo, VIVACELL, affiliata a K-Telecom e di proprieta’ del gruppo russo MTS e ORANGE , controllata da France Telecom.

Informazioni utili

Ente per il Turismo in loco: Armenia Information 3 Nalbandyan Street Tel.: +374 (0)10 542303/6 e-mail: info@armeniainfo.am; help@armeniainfo.am Web: www.armeniainfo.am Automobile Federation of Armenia (FAA) Arshakuniats Avenue 5 375023 Yerevan Tel: +374 1 521312 Fax: +374 1 52 13 12 / 53 42 88

Clima

In genere molto secco. Gli inverni sono freddi e rigidi, con temperature sino a -20/30 gradi fuori Jerevan. Le estati sono caldo/torride, con temperature fino a +40/45 gradi.

Viabilità

Patente Patente Internazionale modello Convenzione di Ginevra 1949 oppure Vienna 1968. Assicurazione auto Dal 1° gennaio 2011 e' obbligatoria l'assicurazione auto per la responsabilita' civile in Armenia. Per il turista italiano sara' quindi OBBLIGATORIA la stipula di una specifica polizza temporanea all'ingresso stradale nel territorio armeno. Presso la principale frontiera terrestre armeno-georgiana (valico di Bagratashen/Sadakhlo) sono attivi agenti delle principali compagnie assicuratrici locali, che possono emettere polizze assicurative temporanee (minimo 15 giorni) valide nel territorio armeno a prezzi variabili ma in ogni caso contenuti. Oltre il limite di 90 giorni annuali di importazione temporanea nel territorio armeno di una autovettura, si dovrà procedere alla registrazione del veicolo presso i registri delle Autorita’ locali. Norme di guida Tasso alcolemia: 0 /00 Trasporti in generale: vengono assicurati da una flotta di pulmini privati. Nella capitale opera anche una metropolitana. Gli autisti dei pulmini guidano in maniera pericolosa non rispettando le regole del traffico. Gli autobus di collegamento con le altre città sono scarsi ed inaffidabili e si invita a non prenderli, nonostante possano essere convenienti dal punto di vista economico. Le strade sono in cattive condizioni, specie d’inverno. Si segnala inoltre il rischio di caduta massi nelle strade di montagna, prive di reti protettive e spesso di indicazioni di allerta. Le frontiere di accesso nel Paese sono: aeroporto internazionale di Zvarnots-Jerevan e quelle terrestri: per la Georgia Bagratashen/Sadakhlo, Bavra/Ninotsminda e Gogavan/Guguti; per l’Iran Meghri. Collegamenti con l’Europa. Dal 2009 sono attivi collegamenti aerei diretti settimanali tra la capitale Jerevan e l'Italia, con la compagnia nazionale armena “Armavia” (su Roma Fiumicino e Venezia) e la Società armena “Festa Tour Avia” (in collaborazione con “Air Italy”). Si tratta di voli a carattere stagionale e preferibilmente sospesi dalle Compagnie aeree nel periodo invernale. Dalla prossima primavera 2012 verrebbero comunque ripresi i collegamenti con l'Italia sia da parte della “Festa Tour Avia” (in collaborazione con “Meridiana Fly”), sia da parte della Compagnia “Armavia”. Collegamenti indiretti, con scalo in altre Capitali europee, verso l’Italia, sono peraltro assicurati dalle seguenti compagnie aeree: “Austrian Airlines”, “Czech Airlines”, “Air France”, “British Midland International Airways”, “Polish Airlines” e “Aeroflot”.

Condividi con i tuoi amici:

PRESS
Sei un giornalista, fotografo o videoreporter di viaggio ed hai del materiale per Armenia?

Iscriviti e aggiungi Armenia tra i posti in cui sei stato
Partnership
ESC

Oppure registrati per commentare il diario
Lingue: Italiano - English

Chi siamo - Condizioni - Crea una Scheda Business - Opportunità di lavoro - Centro assistenza - Legge sulla privacy -

Tripblend © 2012 - Tutti i diritti riservati - Tripblend è proprietà di Imagina Studio - P.Iva IT01083440329 - Per maggiori informazioni: Num. Verde 800.910492 oppure info@tripblend.com