Search in:
No places found suggest a new place

UMBRIA – LE FONTI DEL CLITUNNO – IL TRIONFO DELLA BELLEZZA - 1860 – Un giorno di primavera

Diary published by
Zenvioo Blog

UMBRIA – LE FONTI DEL CLITUNNO – IL TRIONFO DELLA BELLEZZA

Share with your friends:

1860 – Un giorno di primavera

Copyright 2014 Zenvioo Blog
Il post originale lo potete trovare a {link:http://www.zenviooblog.com/?p=121}questo indirizzo{/link}!

“Se ne stava immobile, con i piedi ben piantati a terra e lo sguardo assente, come se stesse sognando ad occhi aperti qualche cosa che solo lui poteva intravedere. L’indomani sarebbero cominciati i lavori e quell’angolo di magia che aveva accompagnato la sua dorata infanzia, menzionato da Virgilio, Plinio il giovane e, in tempi più recenti, dal grande scrittore Lord George Byron, si sarebbe presto trasformato in un paradiso.

Paolo Campello Della Spina, Spoletino di nobili origini aveva sposato 9 anni prima Maria Bonaparte, cugina di Napoleone III e la sua attività politica lo avrebbe certamente portato lontano. Godeva anche della benevolenza di Papa Pio IX, che lo battezzò trentuno anni prima quando ancora era Arcivescovo della Diocesi di Spoleto.

Ma in quel momento non importava, il progetto che si era prefissato di portare a termine avrebbe generato molto più di qualunque altro lascito materiale. Avrebbe consegnato ai posteri un gioiello senza pari che, con la complicità della natura, non avrebbe mai smesso di evolversi e stupire. Le acque cristalline che davano origine a quel meraviglioso corso d’acqua che scorre sulla piana Spoletina e si gettavano, dopo essere affluite nel Topino e nel Chiascio, nel dolce letto fluviale del Tevere si sarebbero presto trasformate nel più bel giardino che l’Italia potesse vantare.”

Ci vollero cinque anni perché i lavori fossero portati a termine ma il risultato è ancora lì, se siete dalle parti di Spoleto non potete perdervi una tappa in questo luogo magico. Sedetevi su una delle tante panchine disponibili e provate a pensare all’atmosfera del giorno in cui Paolo Campello Della Spina, insieme a numerosi invitati, ha visto realizzarsi un sogno. Provate ad immaginare quanta fatica è stata spesa e quanti uomini hanno lavorato per costruire il piccolo bacino che oggi è dimora per tante specie animali e che, con la sua singolarità, riesce a meravigliare grandi e piccoli. Oggi, più che mai, abbiamo bisogno di uomini come Paolo. Sentiamo il bisogno di essere stupiti e, vedere che qualcuno ci riesce ancora a distanza di 150 anni, è quantomeno sorprendente.
Or Register to write a comment for this diary
ESC

Or register to write a comment for this diary
Languages: English - Italiano

About us - Conditions - Create a Business Account - Careers - Help - Privacy legacy -

Tripblend © 2012 - All rights reserved - Tripblend is property of Imagina Studio - P.Iva IT01083440329 - For more information: info@tripblend.com